Info & Prenotazioni06.3207025 – 06.3210718 – 06.3241746

Enucleazione ed Eviscerazione

L’enucleazione del bulbo oculare è la completa asportazione dell’occhio. Questa procedura chirurgica viene eseguita in presenza di tumori dell’occhio per impedire la diffusione della malattia, in caso di infezioni oculari o di gravi traumi.

Al posto dell’occhio viene inserita una endoprotesi all’interno della cavità a cui vengono agganciati i muscoli oculari.

A fine intervento si applica nella cavità un conformatore, una lente rigida trasparente che ha la importante funzione di conservare i fornici congiuntivali. Un fornice profondo consente una più facile applicazione della protesi con un migliore movimento ed un miglior risultato estetico.

A distanza di due settimane dall’intervento è possibile applicare una protesi oculare provvisoria.

L’eviscerazione è lo svuotamento del contenuto oculare lasciando in sede la sclera con i muscoli ad essa attaccati.

I muscoli pertanto non vengono disinseriti. Questa procedura chirurgica si esegue in occhi non vedenti nei casi di dolore o frequenti episodi infettivi o se quest’occhio ha dimensioni maggiori rispetto all’altro (buftalmo) perché con la eviscerazione si può ottenere un miglior risultato estetico.

Anche in questo si inserisce una endoprotesi all’interno della sclera. A fine intervento viene applicato un conformatore che a distanza di due settimane potrà essere sostituito da una protesi provvisoria.